Telefono : 00 (212) 6 62 08 15 92
E-mail : Adventuremoroccotour@gmail.com
  • Adventure Morocco Tours
  • Adventure Morocco Tours
  • Adventure Morocco Tours
  • Adventure Morocco Tours

Adventure Morocco Tours

Adventures In Marocco, Viaggiare In Marocco.

Luoghi caratteristici :

Meknes :   Zagora :   Volubilis :
         
I territori che circondano l’attuale città di Meknes caddero sotto la dominazione dell’impero romano nel 117 d.C. La comunità originale da cui la città ha preso vita è stata identificata come una fortezza dell’ottavo secolo. La tribù berbera Miknasa vi si stabilì nel decimo secolo dando vita ad una città intorno alla fortezza. Sicuramente il periodo d’oro di questa città lo si ha quando è divenuta la capitale del Marocco sotto il dominio del Sultano Moulay Ismail (1672-1727). Fu sede negli anni ’30 della guarnigione della Legione straniera francese. Meknes fa parte del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Meknes è una piccola città del nord che conserva ancora un fascino particolare e dove le persone possono sembrare più discrete e meno invadenti delle grandi città come Marrakech o Fes. Anche qui troverete i souk con le botteghe ma in un ambiente più tranquillo e pacato. Da non perdere: La Djema Rouah è la moschea delle scuderie: un’ampia costruzione che è stata restaurata. Il Museo Dar Jamai con la sua esposizione di oggetti d’artigianato marocchino e all’interno un tranquillo cortile andaluso.   Zagora è una città situata nella zona centrale del Marocco a ridosso del deserto sabbioso di Ilkhikhn n Sahara. I suoi abitanti appartengono alle tribà berbere dell’Atlas (ait alouane e draoui). Nell’antichità veniva chiamata “porta del deserto” che si apriva all’africa subsahariana. Ha giocato un ruolo importante all’epoca delle carovane di commercianti e nomadi che partivano da Timbuktu, Mali, fino ad arrivare al Karaouine in Tunisia.Nella provincia si lavorano le ceramiche. La città vanta incantevoli resort e bellissime costruzioni residenziali, pubbliche e commerciali.Città di partenza per il deserto di Erg Chegaga disabitato e il più selvaggio del Marocco.Tamgrout, villaggio a 25 km da Zagora, c’è la scuola coranica più antica d’Africa. Nella cittadina di Amezrou vivono le popolazioni di origine africana (malesi e senegalesi) che vennero importati dal Regno del Marocco per essere usati come schiavi. Per gli amanti dell’argento qui si possono fare acquisti convenienti all’interno di una fabbrica del posto. Partono da questo villaggio le escursioni nella Valle del Draa in sella all’asino (molto divertente).   Si possono ammirare resti imponenti quali la basilica che presenta due absidi contrapposte, il capitolium dei Severi (nel Foro), templi risalenti al I secolo, l’acquedotto e le terme. Poco prima dell’ingresso ovest si trova un imponente arco di trionfo costruito da Marco Aurelio Sebastiano in onore di Caracalla, come testimoniano i nomi suo e di sua madre, scolpiti sul frontone. Proseguendo verso sinistra (in direzione SSO) dopo il Foro e la basilica più a sud si giunge ai bagni pubblici. È caratteristica la presenza in numerose case di frantoi e vasche per la produzione dell’olio d’oliva. Sono riconoscibili quattro porte, la principale delle quali, collegata alla strada proveniente da Tangeri, immette nel decumanus maximus che prosegue fino all’ingresso ovest. Lungo il decumano si trovano i resti di numerose case decorate con mosaici policromi, alcuni dei quali in ottime condizioni di conservazione. Tra i più importanti quelli situati nella casa di Orfeo (Orfeo con lira che incanta gli animali, Anfitrite su biga trainata da ippocampo, i nove delfini), nella casa del corteo di Venere e nella casa delle colonne.
         
Merzouga :   Ouarzazate :   Rissani :
         
Nella provincia di Er Rachidia è situata un’oasi méta preferita per i turisti che vogliono visitare il deserto e le grande dune sabbiose (erg). Un tempo era soltanto un punto di sosta per i nomadi che attraversavano il deserto, divenuta poi un vero e proprio borgo con le sue varie tribù. Oggi è una tappa importante per il turismo del Marocco perché la zona si è sviluppata per accogliere i tanti visitatori, offrendo ancora un paesaggio mozzafiato, tanti servizi offerti dai riad e mantenendo ancora il fascino e la sua pace. Da qui partono i safari per il deserto e le carovane con i dromedari per i bivacchi, le oasi, le escursioni e le visite ai campi nomadi.   Sorta negli anni venti per opera dei francesi come centro militare ed amministrativo. Una cittadina moderna situata nella valle del Dades a ridosso del deserto sabbioso del Sahara. Conosciuta per i suoi studi cinematografici (Atlas Film Corporation Studio) dove vengono tuttora girati film ambientati nel deserto come produzioni epiche hollywoodiane del passato come Il tè nel deserto. Nella sua periferia si trova un bellissimo complesso: la Casbah Taorirt abitata fino agli anni trenta. Oggi ne resta solo un sito turistico visitabile. Non lontano dalla città è visitabile un’altra bellissima Casbah: Ait Ben Haddou con il suo borgo è sicuramente uno dei siti più visitati e meglio conservati di tutto il Marocco. Popolazioni bebere vivono nel borgo e propongono ai turisti prodotti di artigianato e cucina locale.   Una delle cittadine più grandi a ridosso del deserto di Erg Chebbi, nella provincia di Errachidia. Circondata da 350 Ksar e Kasbeh e capitale della coltivazione dei datteri. Questa città è popolata dai berberi del deserto, coloro che hanno lasciato il nomadismo per via della siccità o per una vita più agiata per le loro famiglie. Molto conosciuta per il mercato più antico della nazione (unica città del Marocco dove il mercato si tiene 3 volte alla settimana) dove gli artigiani lavorano nelle botteghe, fabbri e falegnami espongono i loro manufatti ai turisti curiosi. L’erboristerie locali vengono usate come le nostre farmacie. Da non perdere il mercato degli asini e degli ovini. In questa città si mangia la “madfouna” (pizza berbera), una pizza farcita con carne e spezie.
Dista solo 40 km dal deserto e può essere una piacevole cittadina dove trascorrere una giornata passeggiando tra la gente locale o dove comprare souvenir a prezzi moderati. Portate a casa una foto della bellissima “porta” della città.
         

Fotogallery :

 
 

Prenotazione :

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.